PRENOTA ORA ONLINE

Prenota  Ora

VIA EMAIL o TELEFONO

A causa dell’elevato numero di richieste possiamo accettare esclusivamente le prenotazioni telefoniche oppure quelle ricevute via email che siano complete delle seguenti informazioni:

  • Nominativo completo
  • Indirizzo postale completo
  • Recapito telefonico ed indirizzo e-mail
  • Tipo di sistemazione preferita
  • Tipo di trattamento (mezza pensione, solo pernotto)
  • Eventuali intolleranze/allergie

Vi ricordiamo che il Pedrotti è un rifugio e non un albergo pertanto agli escursionisti è richiesto di adeguarsi alle seguenti norme di comportamento che vi invitiamo a leggere prima di effettuare la prenotazione.

La cosa si potrebbe liquidare facilmente: con attenzione e rispetto verso gli altri, come da qualsiasi altra parte!
Vale però la pena di mettere l’accento su qualche “usanza” il cui mancato rispetto potrebbe essere causa di attriti e fraintendimenti.

/ SCARPE ALL’INGRESSO /

Abbiamo già detto che, quando si entra in rifugio, scarpe, scarponi (e ramponi) vanno lasciati nel deposito all’ingresso.

Anche sistemarsi nelle camerate richiede una certa discrezione: gli spazi del rifugio sono quello che sono e, se ognuno sparpaglia le proprie cose senza ritegno, ne viene fuori una Babele senza fine!

/ SILENZIO IN CAMERA /

Al momento di andare in branda e di alzarvi ricordate che con voi nella camerata ci sono altri, con orari e mete differenti dai vostri: massimo silenzio e massimo rispetto!

Anche perché in rifugio non mancano gli strumenti di dissuasione degli schiamazzatori notturni (scarponi, piccozze, ramponi, ecc.) e, nella massa, sicuramente non mancano neppure quelli che sono disposti ad utilizzarli.

/ LASCIATEVI INTRUPPARE /

A tavola ci sono orari e, a volte, turni da rispettare: cucinare per decine di persone in alta quota non è esattamente una passeggiata quindi è cosa buona e giusta agevolare il lavoro del rifugista e del suo team lasciandosi benevolmente “intruppare” quando è necessario.

/ DIMMI DOVE VAI /

Prima di lasciare il rifugio lasciate detto quale è la meta della vostra escursione oppure, meglio ancora, scrivetelo sul libro del rifugio… non si sa mai.

/ PASTI AL SACCO /

Se avete qualche salamino per integrare la cena o i vostri biscotti preferiti per addolcirvi la colazione, nessuno avrà nulla da ridire. Diverso è pagare solo il pernottamento e poi sedersi al tavolo tirando fuori le vettovaglie portate da casa!

/ RIFIUTI A VALLE /

Smaltire i rifiuti in luoghi impervi è difficile, costoso ed inquinante (gli elicotteri ancora non vanno a idrogeno), quindi cercate di lasciare in rifugio meno tracce possibili del vostro passaggio, riportando a valle i vostri rifiuti. Se siete riusciti a portare mezzo chilo di biscotti in salita, di sicuro riuscirete a riportare a casa 10 grammi di sacchetto vuoto in discesa!

La cosa si potrebbe liquidare facilmente: con attenzione e rispetto verso gli altri, come da qualsiasi altra parte!
Vale però la pena di mettere l’accento su qualche “usanza” il cui mancato rispetto potrebbe essere causa di attriti e fraintendimenti.

/ SACCO LENZUOLO /

Tutti i rifugi gestiti mettono a disposizione l’essenziale per il pernottamento: posto letto (spesso in camerate), materasso, cuscino e caldi piumoni in abbondanza.

Inutile quindi portare da casa sacco a pelo e materassino. Per l’igiene propria e degli altri è meglio, però, dotarsi di un sacco lenzuolo (minimo peso e minimo ingombro), meglio se di quelli con l’alloggiamento incorporato per il cuscino.

/ LAMPADA FRONTALE /

Fondamentale è anche la lampada frontale, visto che in molti rifugi, dopo le 22, anche il generatore di corrente se ne va a dormire.

Visto che il costo non è proibitivo, procuratevi una lampada di nuova generazione, di quelle dotate anche di led rosso (o blu o verde) a bassa luminosità, ideale per andare a fare la pipì senza svegliare tutta la camerata.

/ CIABATTE /

Dotazione facoltativa (ma consigliata) sono le ciabatte: un paio di quelle sottili e leggere che di solito si rubano negli alberghi di lusso vanno benissimo!

Nel rifugio è giustamente proibito aggirarsi con scarpe e scarponi. Solitamente c’è una dotazione di ciabatte messe a disposizione dalla struttura ma, sempre solitamente, il vostro numero è esaurito

/ SPAZZOLINO & ASCIUGAMANO /

Non in tutti i rifugi è possibile fare la doccia, ma l’acqua non manca e i lavelli dei bagni consentono di lavarsi e rinfrescarsi.

È bene quindi avere l’indispensabile per la toilette: spazzolino, dentifricio, saponetta e un asciugamano in microfibra (ideale per l’ingombro e il peso ridotti).

/ UNA BOTTIGLIA DI QUELLO BUONO /

Per quanto riguarda il cibo non serve portare da casa gavette e posate, c’è solo da sedersi al tavolo e lasciarsi servire, ma se nello zaino c’è spazio per una bottiglia di quello buono, farete di sicuro la felicità della compagnia!